Dialogo di un venditore d’almanacchi e di un passeggere